07/07/12

XXXVIII. Luglio in salsa d'aglio


Buongiorno a tutti, figli del vento. Oggi andiamo a chiudere il cerchio karmico della vita pubblicando l’ultimo sonetto mensile di Folgóre da San Gimignano, e cioè quello relativo al corrente mese di luglio. Perché, se ben ricordate, l’anno scorso abbiamo iniziato con il sonetto di agosto; dunque eccoci qua, siamo alla fine, alla proverbiale frutta che si decompone su un vassoio d’argento per la battente calura estiva. Il sole – è vero – arroventa dopo le dieci del mattino, impasta la saliva, smorza la voglia di fare qualsiasi cosa (tranne leggere Dylan Dog); ma credete forse che saranno gli insulsi strali di Apollo a fermarci? Tenete presente che, fra non molto, Uroboria festeggerà il suo primo compleanno: grosse sorprese si approssimano sulla linea dell’orizzonte…! Ehm, sì.

"Giuda ballerino!"

***

DI LUGLIO

Di luglio en Siena su la saliciata,
con le piene enghestare de trebbiani,
ne le cantine li ghiacci vaiani1;
e mane e sera mangiar in brigata

di quella gelatina ismisurata2,
istarne roste3, giovene fagiani,
lessi capponi, capretti sovrani4
e cui piacesse, manza con l’agliata5.

Ed ine trar bon tempo e bona vita,
e non andar de for6 per questo caldo;
vestir zendadi7 di bella partita;

e quando godi, star pur fermo e saldo8,
e sempre aver la tavola fornita:
e non voler la moglie per gastaldo9.
__________
1. Di luglio a Siena, sulla via selciata [che circonda il Campo, ndr], con le caraffe ricolme di trebbiano, e vini freschi nelle cantine. Il trebbiano è una qualità di «vino bianco di color giallo paglierino tendente al dorato, profumo delicato e sapore fresco, ottenuto dal vitigno omonimo in varie regioni italiane» [Zanichelli 2005].   2. cibi freddi in quantità smisurata.   3. Cioè arrostite.   4. Nel senso di eccezionali.   5. manzo in salsa d’aglio, piatto assai indicato per le calde serate di luglio, in special modo se a fine cena ci attende una piacevole compagnia femminile.   6. non uscire fuori.   7. Vi ricordo che lo zendado, molto in voga – a quanto pare – tra i senesi del Duecento, è un tessuto di finissima seta. «Di bella partita»: di ottima qualità.   8. mantieniti sempre fermo e misurato.   9. Cioè amministratrice (dei beni di casa). Della serie: organizzi cene luculliane e pretendi che tua moglie, che di certo non ha il tuo stesso spirito gaudente, non venga a dirti nulla? Troppo facile, Agenore.

***

Mi raccomando: mangiate poco e tenetevi aggiornati. Uroboria non si ferma mai.

Nessun commento:

Posta un commento