03/08/11

6. Bellezze "picassiane" nel Rinascimento

Pagina autografa del sonetto V
di Michelangelo

Eccoci di nuovo qua. Grazie ad una segnalazione di Lapo Dini, di cui abbiamo già apprezzato la bravura in veste di poeta e intrecciatore di paralipomeni, siamo oggi in grado di proporvi un simpatico componimento tratto dalle Rime di Michelangelo Buonarroti (1475-1564): della serie, come demolire – in poche battute – tutti gli stereotipi possibili e immaginabili della bellezza femminile. Très jolie.

***

Tu ha’ l viso più dolce che la sapa [1]

Tu ha’ l viso più dolce che la sapa,
e passato vi par sù la lumaca,
tanto ben lustra, e più bel c’una rapa;
e’ denti bianchi come pastinaca [2],
in modo tal che invaghiresti l papa;
e gli occhi del color dell’utriaca [3];
e’ cape’ bianchi e biondi più che porri:
ond’io morrò, se tu non mi soccorri.
La tua bellezza par molto più bella
che uomo che dipinto in chiesa sia:
la bocca tua mi par una scarsella [4]
di fagiuo’ piena, sì com’è la mia;
le ciglia paion tinte alla padella
e torte [5] più c’un arco di Sorìa;
le gote ha’ rosse e bianche, quando stacci,
come fra cacio fresco e’ rosolacci [6].
Quand’io ti veggo, in su ciascuna poppa
mi paion duo cocomer in un sacco,
ond’io m’accendo tutto come stoppa,
bench’io sia dalla zappa rotto e stracco.
Pensa: s’avessi ancor la bella coppa,
ti seguirrei fra l’altre me’ c’un bracco;
dunche s’i massi aver fussi possibile,
io fare’ oggi qui cose incredibile.
__________
1. Mosto cotto.   2. Nota radice mangereccia.   3. Antico medicamento oppiato.   4. borsa.   5. Nel senso di “storte”, ovviamente.   6. Nome comune dato al papaver rhoeas: sì, quello che cresce praticamente ovunque.

* * *

Qualcuno sa dirmi se esiste un metodo per far sì che gli apici non disturbino l'interlinea?* Chi mi dà una risposta concisa e facile da mettere in pratica vince un prosciutto. Garantisce Bececco.

* Sebbene il problema sia stato da tempo risolto, lascio questa frase a imperitura testimonianza della stupidità dell'autore nel padroneggiare i propri mezzi informatici. (5 gennaio 2016, sera)

2 commenti:

  1. Per evitare che gli apici disturbino l'interlinea non mettere apici. Più conciso e facile di così si muore.

    RispondiElimina
  2. Un'altra risposta del genere e ti banno. It's a promise.

    RispondiElimina