02/08/11

5. Agosto, moglie mia non ti conosco

Ah, agosto! L’ultimo mese che i poveri studenti delle superiori possono consacrare al dolce far niente, mentre noi universitari guardiamo ben più in là, sicuri di non dover muovere un solo muscolo almeno fino a ottobre. Sì, sto godendo.
Su Uroboria inauguriamo una nuova tradizione, e cioè quella di incominciare ogni nuovo mese con il relativo sonetto ad esso dedicato, tratto dalla “corona” di Folgóre da San Gimignano (1270-1332): pioniere dell’hakuna matata, da bravo borghesotto quale è stato, il suo pensiero è largamente condiviso da tutti i giovani paltonieri, che guardano con nostalgia a quei tempi in cui si poteva tranquillamente vivere a spese dei contribuenti.


***


DEDICA ALLA BRIGATA

Alla brigata nobile e cortese,
in tutte quelle parti dove sono,
con allegrezza stando sempre dono,
cani e uccelli e danari per ispese,

ronzin portanti e quaglie a volo prese,
bracchi levar, correr veltri [1] a bandono [2]:
in questo regno Nicolò incorono,
perch’elli è ‘l fior della città sanese;

Tingoccio e Min di Tingo ed Ancaiano,
Bartolo e Mugàvero e Fainotto,
che paiono figliuol del re Prïàno [3],

prodi e cortesi piú che Lancilotto,
se bisognasse, con le lance in mano
farian tornïamenti [4] a Camellotto.


D’AGOSTO

D’agosto sí vi do trenta castella
in una valle d'alpe montanina,
che non vi possa vento di marina [5],
per istar sani e chiari come stella;

e palafreni da montare in sella,
e cavalcar la sera e la mattina;
e l’una terra all'altra sia vicina,
ch’un miglio sia la vostra giornatella [6],

tornando tuttavïa verso casa;
e per la valle corra una fiumana,
che vada notte e dí traente e rasa [7];

e star nel fresco tutta meriggiana;
la vostra borsa sempre a bocca pasa [8],
per la miglior vivanda di Toscana.
__________
1. Cani da caccia.   2. liberamente.   3. Priamo.   4. tornei.   5. non lambita dalla brezza del mare.   6. in modo che la vostra tappa duri un miglio soltanto.   7. rapida e ricca d’acqua.   8. aperta.

Nessun commento:

Posta un commento